Doping: sospensione cautelare per Meldonium e riserva dell’incolpato di dimostrare l’assenza di colpa [Court of Arbitration for Sport, Anti-Doping Division XXIII Olympic Winter Games in Pyeongchang, 22 febbraio 2018]

Nelle more della emanazione della decisione definitiva, deve essere sospeso cautelativamente da tutte le competizioni e privato di tutti i premi (nella specie conseguiti ai Giochi Olimpici di Pyeongchang), l’atleta le cui analisi … [continua a leggere…]

Le Federazioni hanno amplissima discrezionalità nella scelta degli atleti e dello staff per le Olimpiadi [Court of Arbitration for Sport, Ad Hoc Division XXIII Olympic Winter Games in Pyeongchang, 15 febbraio 2018]

Alla stregua delle regole 27.7.2 e 44.4 della Carta Olimpica (OC), le Federazioni Nazionali e i Comitati Olimpici di ciascuno Stato godono della più ampia discrezionalità nella scelta degli atleti e dello … [continua a leggere…]

Doping di Stato: la esclusione di atleti russi dalle Olimpiadi invernali non ha natura sanzionatoria, nè discriminatoria [Court of Arbitration for Sport, Ad Hoc Division XXIII Olympic Winter Games in Pyeongchang, 9 febbraio 2018, awards OG 18/2-3]

Il procedimento con cui il Comitato Olimpico Internazionale (IOC) compone la lista degli atleti e membri dello staff russi invitati a competere alle Olimpiadi invernali 2018 di Pyeongchang come atleti neutrali (OAR: … [continua a leggere…]

Olimpiadi Invernali 2018 di Pyeongchang: le Isole Vergini restano escluse nello slittino femminile [Court of Arbitration for Sport, Ad Hoc Division XXIII Olympic Winter Games in Pyeongchang, 2 febbraio 2018]

Il principio di rappresentanza universale ai Giochi Olimpici non conferisce ad ogni paese il diritto di partecipare e, nella specie, il Comitato Olimpico delle Isole Vergini (VIOC) ha comunque omesso di fornire … [continua a leggere…]

Sul termine per la ripetizione delle analisi antidoping previsto dalle norme del Comitato Olimpico Internazionale e sull’onere della prova [Court of Arbitration for Sports, 31 luglio 2017, Chunhong Liu v. International Olympic Committee]

In relazione al rilevamento di sostanze vietate (GHRP e sibutramine) nei campioni prelevati nel corso dei Giochi Olimpici di Pechino del 2008 ad una atleta di sollevamento pesi, la Court of Arbitration … [continua a leggere…]

L’interesse personale, diretto e attuale necessario per poter ricorrere alla CAS in base all’art. 75 del Codice Civile della Svizzera quale legge regolatrice della procedura [Court of Arbitration for Sports, 28 giugno 2017, B. v. FINA]

Nel caso in cui la decisione di un organismo federale internazionale venga impugnata, innanzi alla Court of Arbitration for Sports, da soggetto appartenente a un organismo federale nazionale (ma non direttamente da … [continua a leggere…]

Iperandroginismo: prolungata di due mesi la sospensione del regolamento IAAF che vieta alle donne con elevati livelli di testosterone di partecipare alle competizioni [Court of Arbitration for Sport, intermin decision, 24 luglio 2017, D.C. c/ AFI – IAAF]

Il 24 luglio scorso la Court of Arbitration for Sport ha sospeso per altri due mesi l’efficacia del regolamento sull’iperandrogismo della International Association of Athletics Federations, al fine di consentire a questa … [continua a leggere…]

L’uso di prohibited non-threshold substances è punibile anche in presenza di quantità infinitesimali [Court of Arbitration for Sport, 1 dicembre 2016, A.L. v. International Weightlifting Federation]

L’uso di prohibited non-threshold substances (ossia sostanze o metaboliti per i quali non sia prevista una soglia quantitativa) non è mai consentito ed è punibile anche nella “concentrazione estremamente bassa” di appena … [continua a leggere…]