Diffamare il Presidente del CONI per mezzo di Facebook è condotta illecita di cui rispondono sia l’autore, sia la società cui questo appartiene [Tribunale Federale FIDAL, 21 maggio 2018 n. 22]

L’utilizzo del proprio profilo personale per pubblicare, in un gruppo pubblico di Facebook, la frase “…la vera vergogna è il capo (corrotto…) del CONI” costituisce grave illecito per violazione dei doveri di … [continua a leggere…]

La registrazione nascosta di conversazione tra presenti ignari costituisce sotterfugio sempre illecito nell’ordinamento sportivo [Tribunale Federale FIDAL, 16 gennaio 2018 n. 1]

La registrazione di conversazione fra presenti fatta da un partecipante all’insaputa degli altri, sebbene di per sè non sanzionata dall’ordinamento giuridico dello Stato italiano, è in ogni caso disciplinarmente perseguibile perchè contraria … [continua a leggere…]

Molestie sessuali su minori: deve essere radiato il tecnico che, con comportamenti anche solo “impropri”, viola i doveri derivanti dalla sua posizione di garanzia [Tribunale Federale FCI, sez. 1, 29 gennaio 2018, G.R. c/ FCI]

Il tecnico riveste nell’ambito della Federazione una posizione di garanzia che gli impone di non porre in essere atteggiamenti e comportamenti anche solo “impropri” e di attenersi con il massimo rigore ai … [continua a leggere…]

Criteri di valutazione della condotta, ai fini della esclusione decennale dalla federazione, di chi si sottrae agli effetti della sanzione disciplinare [Tribunale Federale FPI, 22 gennaio 2017 n. 1, M.T. c/ FPI]

Poichè l’art. 8 comma 5 della Statuto Federale FIBS prevede il divieto di far parte dell’ordinamento sportivo per un periodo di dieci anni per quanti “si siano sottratti volontariamente con dimissioni o … [continua a leggere…]

Il discrimine fra responsabilità aggravata e oggettiva nell’assurdo caso degli adesivi con l’effige della bambina ebrea Anna Frank [Tribunale Federale FIGC, Sez. Discipl., 25 gennaio 2018]

L’art. 11 comma 3 CGS della FIGC – che punisce l’introduzione di disegni, emblemi e altro recanti espressioni discriminatorie – costituisce una ipotesi di cd. “responsabilità aggravata” per effetto della quale viene … [continua a leggere…]

Caso “Juventus/Ultrà”: sanzionati il Presidente, vari collaboratori (anche non tesserati) e la società per rapporti illeciti con la tifoseria [Tribunale Federale Nazionale FIGC, sez. discipl., 15 settembre 2017, C.U. n. 11/TFN]

Sono soggetti alla giurisdizione sportiva coloro che abbiano svolto attività nell’interesse della società di calcio, sebbene non tesserati con la FIGC in epoca antecedente e coeva ai fatti oggetto del procedimento disciplinare, … [continua a leggere…]

Un salvifico caso di errore scusabile su situazione di incompatibilità scaturente da norma regolamentare che rinvia al Codice di Comportamento Sportivo del CONI [Tribunale Federale FIDAL, 13 febbraio 2017 n. 42]

E’ scusabile l’errore in cui è incorso il tesserato, assumendo la carica di presidente della commissione elettorale in conflitto d’interesse con la candidatura di un proprio congiunto per la medesima assemblea elettiva, … [continua a leggere…]